Le università stanno gareggiando per la dominanza di Blockchain

Dal lancio di bitcoin in 2009, questo criptovaluta è andato da un fenomeno disadattato a una soluzione ampiamente accettata per le transazioni digitali. Blockchain è la tecnologia alla base di Bitcoin, e gli esperti del settore ritengono che blockchain non solo trasformerà le operazioni di pagamento, ma anche di fornire soluzioni per molte industrie.  

Allora, qual è blockchain?

Blockchain è un database distribuito che cresce con il record formato da ogni nuova transazione, che sono chiamati "blocchi". La serie di blocchi all'interno del database forma la "catena". Da qui il nome "blockchain".

Ogni blocco contiene a timestamp e un link ad un blocco precedente. Una volta registrati, i dati di un blocco non possono essere alterati retroattivo. Attraverso l'uso di un peer-to-peer reti e server timestamping distribuita, un database blockchain è gestito in modo autonomo.

In termini semplici, blockchain rimuove il “mezzo uomo” da molti tipi di transazioni rendendo tali operazioni più sicure. Esso permette alle persone che non conoscono, o fiducia, l'altro a concludere un affare sicuro verificabile.

Come può blockchain essere utilizzato?

La tecnologia Blockchain può essere utilizzato nel campo della azioni, obbligazioni, biglietti, punti premio, record degli studenti, I contratti intelligenti, i registri di proprietà, e qualsiasi altra cosa che ha bisogno di essere scambiati in modo sicuro e verificati da una terza parte. In Honduras, Per esempio, un Factom società americana sarà aiutare il paese a costruire un sistema di registrazione titolo di terra utilizzando blockchain.

"In passato, l'Honduras ha lottato con la frode del titolo fondiario," Peter Kirby, presidente di Factom, ha detto a Reuters. "Il database del paese è stato fondamentalmente hackerato. Quindi i burocrati potevano entrare e potevano procurarsi proprietà sul mare. "

Blockchain trasformerà molte industrie rendendoli più sicura ed efficiente, eliminando i costi associati alla verifica di terzi. Gli analisti stimano che il sistema potrebbe salvare le banche di investimento fino a $ 12 miliardi in tasse da solo. Quasi tutti i settori sperimenterà efficienze simili attraverso la realizzazione blockchain.

Allora, perché sono le università sempre coinvolti nella ricerca blockchain?

Immaginate di avere una macchina del tempo per tornare a 1995 per sfruttare tutte le opportunità che Internet avrebbe portato. Beh, questo è una specie di dove siamo oggi con blockchain. Molte università capire questo, e sono ora dilagare loro dipartimenti di tecnologia per diventare leader nello spazio.

Lo spazio blockchain si sta muovendo rapidamente con università, imprese e governi in lizza per il dominio.

In questo articolo, si evidenziano alcuni dei recenti movimenti blockchain in ambito universitario.

Stati Uniti

1) Massachusetts Institute of Technology

Mentre molte università hanno saltato sul carro blockchain di recente, il MIT è stato in prima linea nella blockchain, anche prima che ci fosse la blockchain.

L'università ha formato il Consorzio dati Fiducia in 2007 come un'iniziativa open source, quindi i ricercatori e le aziende del MIT potrebbero collaborare per sviluppare "software open source che consente una migliore sicurezza e privacy dei dati, consentendo allo stesso tempo una condivisione dei dati più semplice e un'identità digitale più solida".

Il Consorzio è guidato dal direttore della facoltà fondatore Professor Alex (Sandy) Pentland e coinvolge Accenture, Intuit e UBS.

Corrente grandi progetti di codice Fiducia dati blockchain coinvolgono includono:

  • OPAL (algoritmi aperti che rendono disponibile un'ampia gamma di dati per l'ispezione e l'analisi senza violare la riservatezza dei dati personali, che possono essere utilizzati in settori quali l'assistenza sanitaria);
  • MIT ENIGMA (Piattaforma open source che si concentra su sistemi di dati più resistenti e sicure utilizzando il calcolo multipartitico sicura e la condivisione di un segreto su blockchain); e
  • COREid (Robusta identità digitale che consente di risolvere alcune delle sfide irrisolte per quanto riguarda le identità digitali per Internet e per i sistemi di blockchain).

Nel mese di aprile 2015, MIT Media Lab ha creato il Iniziativa valuta digitale (DCI).

Il DCI ha molti progetti in corso, compresi quelli che coinvolgono assistenza sanitaria e cartelle cliniche, database globale di gestione dei diritti e identità di credito controllate dall'utente. Ad esempio, DCI ha sviluppato MEDREC, Un unico “sistema di gestione dei record decentrata” per la gestione dei pazienti Electronic Health Records, utilizzando la tecnologia blockchain. MIT ha collaborato con Beth Israel Deaconness Medical Center di Boston per MEDREC di progetto pilota.

Nel mese di aprile 2016, MIT Scienza Connection collaborato con Ripple per eseguire un validatore per il Ripple consenso Ledger, un libro mastro distribuito che regola le transazioni globali in tempo reale. I validatori Ripple sono server che confermano le transazioni sulla rete.  

"In questo nuovo esperimento con Ripple, stiamo prendendo l'approccio di ricerca esperienziale del MIT alla blockchain, e prevediamo che questa collaborazione ci fornirà nuove opportunità per testare e distribuire applicazioni e ricerche di dati", ha detto Pentland in una nota.  

MIT ha molti altri progetti di ricerca blockchain attraverso l'università, tra cui:

  • Bayesiana regressione e Bitcoin (previsione del prezzo del bitcoin; gestito dal Dipartimento di ingegneria elettrica e informatica del MIT);
  • Certificati Digital Project (Credenziali di istruzione open source; progetto di incubazione dal MIT Media Initiative Learning Lab di Machine Learning);
  • Blockchain Border Bank (Prototipo nuova unione di credito; gestito da MIT computazionale Legge ricerca e sviluppo);
  • SpaceMint (criptovaluta basata su prove di spazio; lavoro collaborativo di Sunoo Park, Albert Kwon, Jo¨el Alwen (IST Austria), Georg Fuchsbauer, Peter Gaˇzi, Krzysztof Pietrzak, MIT e Istituto di Scienza e Tecnologia Austria);
  • Zerocash (Privacy-preserving versione di Bitcoin o valuta simile, il lavoro collaborativo di Madars Virza (MIT), Eli Ben-Sasson (Technion), Alessandro Chiesa (UC Berkeley), Christina Garman (Johns Hopkins University), Matthew Green (Johns Hopkins University) , Ian Miers (Johns Hopkins University), Eran Tromer (Tel Aviv University)); e
  • Solarcoin (Miniere solare per la polvere, il lavoro di collaborazione di Andrew Lippman e Ariel Ekblaw).

MIT Bitcoin valuta Experiment

Inoltre, il MIT ha anche studiato le strategie di roll-out della criptovaluta.

In autunno 2014, il MIT ha ingaggiato gli studenti universitari 4,495 in a esperimento moneta digitale. L'università distribuiva $ 100 in valore bitcoin a ciascuno studente selezionato, ma distribuiva intenzionalmente in ritardo gli studenti che sarebbero stati i primi ad adottarli. Questi primi adottieri naturali investiranno nella tecnologia o smetteranno?

I ricercatori del MIT hanno scoperto che questi studenti avevano maggiori probabilità di rifiutare la tecnologia. Il rifiuto deriva da: (i) la visibilità del ritardo nella distribuzione rispetto ad altri studenti, e (ii) la posizione di questi primi adepti come esperti di tecnologia all'interno di un gruppo.

Hanno anche scoperto che una volta che questi primi adotti naturali hanno rifiutato la tecnologia, gli studenti che non erano i primi ad adottare la natura erano più inclini a rifiutarlo.

Lo studio fa luce su come il potenziale di una tecnologia potrebbe essere influenzato da piccoli cambiamenti nel modo in cui è stato lanciato.

2) Georgetown University

Lo Centro per i mercati finanziari e la politica alla Georgetown University, Insieme con la Camera di Commercio di DC, ha ospitato il 2017 DC Summit Blockchain marzo 15-16. Lo Altoparlanti inclusi leader globali in finanza, tecnologia e governo.

Il centro anche rilasciato un pape biancointitolato "Blockchain e inclusione finanziaria, il ruolo della tecnologia blockchain può giocare nell'accelerazione dell'inclusione finanziaria" al vertice.

La ricerca è stata condotta da Charles Gallo, Anna Jumamil e Pak Aranyawat, studenti MBA presso la McDonough School of Business dell'università. Lo studio si è concentrato su come le aziende hanno utilizzato la blockchain per rendere più facile e meno costoso per le persone avere accesso ai servizi finanziari.

Canada

L'Istituto di ricerca Blockchain

Don Tapscott e Alex Tapscott, che ha scritto il libro Revolution Blockchain, Sono stati illustrati gli altoparlanti al 2017 DC vertice Blockchain. E 'stato lì che i Tapscotts ha annunciato la formazione del Research Institute Blockchain, Un multi-milioni di dollari istituto che sarà basato a Toronto, in Canada.  

L'istituto sarà finanziato da vari governi e imprese. Suo membri fondatori provengono da agenzie governative, pionieri blockchain, e ben note aziende di vari settori.

L'aspettativa da parte del governo e imprese private è alto. Charles Sousa, ministro delle Finanze, Ontario ritiene che la tecnologia blockchain potrebbe “aiutare a costruire una centrale Ontario innovazione” e apportare miglioramenti “significative” ai servizi governativi. A suo parere, l'istituto “riunirà i principali pensatori, ricercatori e imprenditori nello spazio blockchain.”

Ross Mauri, General Manager, z Sistemi di IBM, si sente anche che la tecnologia e l'istituto hanno molto da potenziale. Nelle sue parole, “Blockchain ha il potenziale per affrontare alcune delle sfide più pressanti del mondo - dalla razionalizzazione commercio, a stabilire la fiducia nelle transazioni, a tracciare la provenienza per la sicurezza alimentare. Lavorando con i migliori esperti di tutto il mondo, saremo in grado di sfruttare appieno i punti di forza intrinseci di blockchain - un apertamente-governata, approccio collaborativo -. Per fare business globale più efficiente e trasparente per i consumatori”

I ricercatori lavoreranno su progetti 30 che attraversano industrie 8: servizi finanziari, produzione, vendita al dettaglio, energia e risorse, tecnologia / media, assistenza sanitaria e governo. Il primo progetto inizierà ad aprile 3, 2017, e dovrebbe essere completato entro dicembre 20, 2017. Il Summit finale del programma si svolgerà in primavera 2018.

Europa

1) Delft University of Technology, Paesi Bassi

Delft University of Technology ha istituito il Lab Blockchain nel mese di agosto 2007.

TU Delft è orgogliosa di avere uno dei più grandi gruppi sulla tecnologia blockchain. Gli studenti a livello di laurea, dottorato e dottorato lavorano in laboratorio. La loro ricerca è "finalizzata allo sviluppo e alla valutazione di nuovi concetti generici di blockchain e di applicazioni guidate, motivate da importanti aree di applicazione, come l'elaborazione delle transazioni, l'e-commerce e la logistica."  

TU Delft ha collaborato con l'Università di Harvard in 2007 per creare Tribler, un sistema di condivisione file peer-to-peer che considera la larghezza di banda come una valuta.

In un rapporto di BBC News, Il dottor Johan Pouwelse, un assistente professore presso la Delft University of Technology e co-creatore di Tribler, ha dichiarato: "Usare la larghezza di banda come una sorta di valuta aiuta a incoraggiare abitudini migliori [.] "

Il professore associato David Parkes della Harvard University ha spiegato come funziona: "In peer-to-peer, posso accumulare credito offrendo capacità di upload e quindi utilizzare il credito per il download in futuro [.]"

2) University College di Londra, Inghilterra

Lo Research Center University College di Londra per Blockchain Technologies (UCL CBT) si trova nel cuore di Londra.

L'obiettivo dichiarato del UCL CBT è quello di diventare un polo di ricerca leader in Europa. E 'supportato da molti dipartimenti dell'università, tra cui matematica, informatica, scienze statistiche, economia, diritto, psicologia e scienze della lingua.

La ricerca interdisciplinare UCL CBT può essere ampiamente suddivisa in 3 categorie: scienza e tecnologia, economia e finanza, regolamentazione e diritto. Concentrerà la sua ricerca sullo sviluppo della tecnologia blockchain, sull'impatto della tecnologia sulla società e sulle nuove opportunità e rischi derivanti dalla tecnologia.  

L'UCL CBT è collaborando con gli alti dirigenti aziendali, i leader blockchain, imprenditori e responsabili delle politiche su tutte le forme di applicazioni e di attività basate su blockchain.

3) Università di Edimburgo, in Scozia

Nel febbraio 28, 2017, IOHK istituito un laboratorio blockchain a L'Università di Scuola di Informatica di Edimburgo. IOHK, con sede a Hong Kong, è una tecnologia start-up che sta conducendo ulteriori ricerche su blockchain.

Nella sua annuncio, IOHK ha dichiarato che la collaborazione sarebbe “Il primo partnership di ricerca blockchain della Scozia tra il mondo accademico e l'industria,” e IOHK è “orgoglioso di aprirlo all'università leader del Regno Unito per la ricerca informatica.”

La partnership sarà reclutando immediatamente, e piani per avere un laboratorio pienamente operativa dal 2017 estate.

Il professor Aggelos Kiayias, che ricopre il ruolo di presidente in Cyber ​​Security and Privacy presso l'università e Chief Scientist presso IOHK, guiderà il gruppo di ricerca. 

"Siamo molto entusiasti di questa collaborazione sulla tecnologia blockchain tra la School of Informatics e IOHK", ha affermato in una nota. "I registri distribuiti sono una tecnologia dirompente imminente che può scalare i servizi di informazione a livello globale. La connessione accademica e industriale forgiata da questa collaborazione mette il Blockchain Technology Lab a Edimburgo all'avanguardia nell'innovazione nei sistemi di blockchain. "

Il laboratorio di ricerca di Edimburgo fungerà anche da quartier generale per tutte le partnership universitarie IOHK. IOHK ha già investito in un laboratorio di ricerca presso il Tokyo Institute of Technology e pianifica su molti altri negli Stati Uniti, in Europa e altrove.

Asia

1) Tokyo Institute of Technology, Giappone

Nel febbraio 15, 2017, Tokyo Institute of Technology e IOHK ha annunciato la creazione del Input Output criptovaluta Collaborative Research Chair all'interno del Tokyo Tech School of Computing.

I ricercatori IOHK lavoreranno con professori e studenti laureati da Tokyo Tech per la ricerca e le tecnologie cryptocurrencies blockchain legate. Il team di ricerca di Tokyo Tech sarà gestito da Keisuke Tanaka, docente di Scuola di Informatica a Tokyo Tech. Due ricercatori IOHK, Bernardo David e il dottor Mario Larangeira, si uniranno alla ricerca.

La collaborazione serve a due obiettivi, secondo Charles Hoskinson, CEO e fondatore di IOHK. Il primo obiettivo, Hoskinson ha spiegato, “è quello di sviluppare il nostro settore di attività, che è cryptocurrencies e tecnologie correlate blockchain.” Il secondo obiettivo “è quello di coltivare e sviluppare il talento globale in questi settori in Giappone.”

2) Tsinghua University, Cina

Nel mese di ottobre 2016 Tsinghua University, IBM e Walmart hanno annunciato che avrebbero lavorare insieme per migliorare il modo in cui il cibo viene tracciato, trasportato e venduto ai consumatori in tutta la Cina.

Blockchain può aiutare a prodotti alimentari pista dalla fattoria alla negozi e nei negozi per i consumatori. Tutti i dettagli associati a un prodotto, come la fattoria dettagli origination, numeri di lotto, i dati di fabbrica e di processo, le date di scadenza, temperature di conservazione, e le informazioni di spedizione, sarebbero inseriti nel blockchain. Questi dettagli possono essere estratti facilmente per risolvere i problemi di sicurezza alimentare, provare l'autenticità del prodotto e gestire shelf-life nei negozi in modo più efficiente. Nei casi di intossicazione alimentare, per esempio, i dettagli potrebbero aiutare le autorità competenti rapidamente rintracciare il prodotto alla sua origine e individuare la causa.

"La rapida crescita economica della Cina ha portato a enormi opportunità di innovazione, ma ha anche presentato sfide per la qualità della vita, incluso contribuire a garantire che il cibo venduto nel paese sia sicuro da mangiare" Chai Yueting del National Engineering Laboratory for E-Commerce Tecnologie, Tsinghua University, ha detto in una dichiarazione. "Riteniamo che il lavoro con IBM e Walmart possa servire da modello globale per gli altri da seguire e replicare".

3) Asia University, Taiwan

Lo Centro di Ricerca e FinTech Blockchain Tecnologia presso l'Asia University è attivamente coinvolto nella ricerca blockchain.

I dettagli non sono disponibili online, ma l'università ha identificato quanto segue progetti blockchain:

  • Conversione dei contratti legali fisici in contratti intelligenti;
  • applicazioni innovative Blockchain (ad esempio, la musica catena);
  • Privacy e sicurezza;
  • scalabilità;
  • integrazione Blockchain oggetti;
  • Blockchain per l'assistenza sanitaria;
  • Fisica alla conversione delle risorse digitali e certificazione;
  • Interledger; e
  • Costruire un laboratorio blockchain.

4) Università gitam, India

gitam Università a Visakhapatnam, l'Andhra Pradesh ha appena fondato la GITAM FinTech Academy.

Il nuovo FinTech incubazione Centro sarà guidata dal professor Leben Johnson.

5) Indian Institute of Information Technology and Management, l'India

Lo Indian Institute of Information Technology and Management Kerala e Blockchain Education Network recentemente annunciato la creazione di un blockchain accademia in Kerala.

L'accademia concentrerà le sue ricerche sull'uso della blockchain nel settore bancario, sanitario e della governance.

Corsi Blockchain

Oltre a queste iniziative di ricerca, le università di tutto il mondo stanno cominciando a offrire una varietà di programmi di educazione che coprono blockchain come parte del proprio computer la scienza o la gradi. Ad esempio, la Stanford University ha recentemente offerto una classe denominata laboratorio Ingegneria Bitcoin dove gli studenti imparano come creare applicazioni abilitate a Bitcoin come i sistemi di micropayment per i social media.

Ci sono anche una serie di corsi online, tra cui:

Gli studenti possono anche frequentare una scuola estiva blockchain come quelle qui sotto:

Conclusione

Potremmo non conoscere mai l'identità di Satoshi Nakamoto (il nome usato dal creatore anonimo di bitcoin e il primo database blockchain), ma sappiamo che la blockchain trasformerà le industrie e aiuterà le persone in tutto il mondo.

Anche l'interesse per la ricerca sulla blockchain darà origine a nuove tecnologie e innovazioni e le università di tutto il mondo continueranno a svolgere un ruolo chiave nel far sì che ciò accada. E 'un momento emozionante per gli studenti con un interesse per blockchain, come più e più opportunità si apriranno per loro di essere il crittografi di prossima generazione e informatici.

Mentre abbiamo cercato di essere il più esauriente possibile in questo articolo, c'è così tanto accadendo nello spazio di ricerca blockchain, e più università sono le immersioni in esso ogni giorno. Fateci sapere di qualsiasi università coinvolte con la ricerca blockchain che forse abbiamo perso.

Samuel O'Brient contribuito a questo articolo.

La Rete Università