I ricercatori dell'Università della Florida centrale sviluppano una tecnologia che aiuta le persone con protesi a giocare ai videogiochi

I ricercatori del Università della Florida centrale (UCF) Scuola di Arti Visive e Design Hanno collaborato Soluzioni senza limiti (Limbitless), una società senza scopo di lucro composta in gran parte da ex e attuali UCF studenti, a sviluppare Una nuova tecnologia che consente agli utenti con protesi di operare un controller di gioco che permette ai movimenti muscolari di inviare segnali ai sensori.

Questo nuovo controller di gioco essenzialmente allena i bambini con un braccio protesico ad allenare i muscoli, in modo che non si sforzino eccessivamente e possano usare il braccio in modo efficiente. I segnali nel braccio consentono agli utenti di saltare, distruggere e fare qualsiasi altro movimento con i personaggi dei videogiochi. Questa tecnologia offre ai bambini la possibilità di divertirsi e dà loro la sensazione di avere gli arti indietro mentre allena i muscoli per nuove protesi.

Alex Pring, di nove anni, è stato uno dei primi a provare questi giochi con il suo braccio robotico. Albert Manero, presidente di Limbitless, costruì il braccio con una stampante 3D che fu soprannominata il braccio di "Iron Man".

"Limbitless Solutions è un'organizzazione no profit (3DHope.com) dedicato alla responsabilizzazione dei bambini con la tecnologia ", ha dichiarato Manero a The University Network (TUN).

Crediamo che l'espressione e la tecnologia possano cambiare la vita e che le famiglie non dovrebbero essere oppresse perché il loro bambino è nato senza una parte di un braccio.

Siamo un team in crescita di studenti e laureati principalmente dell'Università della Florida centrale e siamo così entusiasti di vedere un impatto con la nostra tecnologia! ”

Manero fu motivato a sviluppare l'arto bionico dopo essere stato avvicinato da una famiglia locale. "Sono stato ispirato da Ivan Owen e dal suo lavoro con le mani meccaniche stampate di 3D, e ho radunato una squadra per aiutare a sostenere questa famiglia locale il cui figlio mancava fino al di sopra del suo gomito con una soluzione elettronica", ha detto a TUN.  

Manero costruisce e dona armi bioniche stampate in 3D a basso costo ai bambini di tutto il mondo. Finora, il videogioco funziona solo con alcuni giochi selezionati, uno dei quali è Smash Bro. Il gioco funziona collegandosi ai muscoli del bambino e leggendo le contrazioni muscolari, facendo sì che il personaggio principale Smash Bro si muova a sinistra ea destra per distruggere i suoi nemici. "Usiamo sensori elettromiografici per azionare la mano", ha detto Manero. "Fondamentalmente stiamo leggendo la tensione che i tuoi muscoli generano quando fletti, il che consente ai bambini di" flettersi "semplicemente per aprire e chiudere la mano bionica."

La nuova tecnologia è una piattaforma di addestramento per bambini e la simulazione utilizzata da UCF e Limbitless mira a semplificare la vita dei bambini con le braccia protesiche. "Il nostro ultimo progresso è la nostra formazione e simulazione per i bambini per imparare a usare il braccio", ha detto Manero. “Abbiamo nascosto la piattaforma di allenamento all'interno di un divertente videogioco in cui il braccio è il controller e flettendoti interagisci nel gioco! Ciò offre ai bambini bionici la possibilità di esercitarsi a usare il braccio in un ambiente divertente e meno serio, in modo che possano stare comodi prima di iniziare a indossare il braccio. "

La Rete Università