La Rete Università

10 passaggi per un colloquio di successo: suggerimenti dal centro di carriera della Stony Brook University

1. Conosci te stesso

Chi ti conosce meglio di te? Chi conosce i tuoi punti di forza e debolezza, abilità e abilità, obiettivi e sogni, battute d'arresto, rimbalzi e risultati migliori di te?

Prenditi del tempo per riflettere profondamente su questi aspetti di te stesso. Ricorda le esperienze in cui hai dimostrato quelle capacità: a scuola, sul lavoro, durante il tirocinio, all'interno di un'organizzazione comunitaria e sì, anche a casa! Chiedi aiuto a persone che ti conoscono bene, come familiari, supervisori, insegnanti, mentori, allenatori e colleghi.

Essere preparati per il colloquio significa avere un forte senso di chi sei e di cosa sei fatto! Ma gli aggettivi e gli attributi della personalità non sono sufficienti; devi essere pronto a condividere esempi di te usando abilità, dimostrando punti di forza e riprendendoti da un fallimento o da una battuta d'arresto. E sì, preparati a descrivere brevemente una debolezza, assicurandoti di condividere i modi in cui stai lavorando per migliorare.

2. Conoscere il settore

Rispondere alle domande del colloquio è molto più semplice quando sai qualcosa sul campo della carriera o sull'industria. Se stai intervistando con una banca al dettaglio, cosa puoi imparare sul settore bancario al dettaglio? Il retail banking non è uguale all'investment banking; hai bisogno di qualcosa su entrambi i tipi di istituti finanziari. Se desideri lavorare in un college, quali sono i problemi che affrontano gli istituti di istruzione superiore e in particolare il tipo di college o università con cui intervisti? In che modo tali sfide potrebbero influire o influenzare il lavoro svolto in tale organizzazione?

3. Conosci il datore di lavoro

Non c'è modo che tu possa spiegare con successo perché saresti un buon dipendente per un datore di lavoro specifico se non hai fatto la tua ricerca su quel datore di lavoro! Inizia dalle basi: cosa fa l'azienda? Di che taglia è? Quali sono i suoi valori? Chi sono i suoi clienti? L'azienda è un buon vicino? Come si marca l'azienda? Quali notizie puoi conoscere sull'azienda? La tua ricerca sull'azienda ti aiuterà a conoscerla ea sentirti più a tuo agio con il colloquio. Richiederà anche domande (vedi # 9 di seguito) poiché sarai curioso delle cose di cui leggi.

4. Pratica

Perché andare a un colloquio freddo? Esercitati a raccontare le tue storie e a rispondere alle domande dell'intervista. Puoi anche esercitarti sotto la doccia, allo specchio, in macchina. Dove pratichi è meno importante - che ti eserciti a parlare verbalmente di te stesso è ciò che è importante. Se sei uno studente universitario, controlla con il tuo centro di carriera: la maggior parte dei college offre interviste pratiche o simulate.

5. Riposare e vestirsi in modo eccessivo

La maggior parte delle persone si sente eccitata dopo una buona notte di sonno. Anche se la tua routine del sonno è di 6 ore, concediti 8 ore di sonno prima del giorno del colloquio. Fai una colazione sana e bevi acqua. Questo prepara le tue viscere! All'esterno, puoi chiedere informazioni sul codice di abbigliamento quando pianifichi il colloquio. In caso di dubbio, vestiti! L'abito professionale include in genere un abito con una giacca. Anche se sei invitato a vestirti in modo casual, puoi comunque vestirlo indossando una camicetta o una camicia di qualità, una giacca e scarpe lucide.  

6. Arrivo con 10 minuti di anticipo

Imposta il tuo telefono / orologio in modo da assicurarti di arrivare al colloquio circa 10 minuti prima del programma. Questo ti dà spazio di manovra se c'è un ritardo nel trasporto e, francamente, ti permette anche di sistemarti, rilassarti ed essere pronto mentalmente a impegnarti nella conversazione. Ricorda come ci si sente quando sei in ritardo per qualcosa di importante: ti senti ansioso, potresti sudare, probabilmente non ti sentirai altrettanto sicuro se sei arrabbiato per il ritardo, anche se non è stata colpa tua. Ricorda: puntuale = 10 minuti in anticipo.

7. Sii pronto a tutto

Mentre sei sul posto, potresti essere presentato a diverse persone nell'organizzazione. Potresti trovarti in un'intervista di gruppo, in cui stai intervistando non uno, ma quattro o cinque membri del team. Non innervosirti: sii entusiasta del fatto che i membri del team vogliano conoscerti.

Occasionalmente qualcosa andrà storto. Il supervisore o il vicepresidente potrebbero essere in ritardo per il colloquio. Potrebbe esserci un'esercitazione antincendio mentre sei a metà frase. Le tue calze potrebbero strapparti, un tallone potrebbe spezzarti la scarpa, dividere i pantaloni (è successo), qualcuno ti chiama con il nome sbagliato. Non ti preoccupare. Seguire la corrente. Mantieni una mente aperta, rimani positivo e mostra i tuoi talenti nel gestire situazioni incerte. Il modo in cui affronti le sfide durante l'intervista dice molto su come potresti affrontare le sfide e l'incertezza sul lavoro.

8. Sii fiducioso

Se non sei così sicuro di essere così eccezionale, come convincerai un datore di lavoro? Preparandoti con la conoscenza di te e la ricerca sul settore e sull'azienda, ti sentirai naturalmente più sicuro della tua capacità di spiegare perché sei perfetto per quell'opportunità. Quasi tutti sono un po 'nervosi durante l'intervista ed è previsto. Trasforma la tua energia nervosa in qualcosa di positivo: usala per alimentare la tua performance!

9. Fare domande

Mentre facevi la tua ricerca, devi aver scoperto che eri curioso di qualcosa relativo alla posizione, alle persone o all'azienda, giusto? Prepara 5-8 domande che dimostrino il tuo interesse e la tua curiosità per l'azienda. Cos'altro dovresti sapere per determinare se questa organizzazione è adatta a te? Attenzione: NON chiedere informazioni su stipendio o benefici; questi dovrebbero essere discussi solo dopo che è stata presentata un'offerta di lavoro.

10. Follow-up con un grazie

Segui sempre la tua intervista con una nota di ringraziamento. Non dovrebbe essere un testo 10 secondi dopo aver lasciato l'intervista; concediti un paio d'ore per riflettere sulla conversazione e sulla misura in cui ti sei presentato al meglio. Un biglietto di ringraziamento può ricordare all'intervistatore le tue qualità e abilità, e può anche essere usato per spiegare qualcosa che potresti non aver chiarito bene durante la conversazione. Anche se non sei eccessivamente entusiasta della posizione, una nota di ringraziamento può comunque dimostrare il tuo impegno e la tua professionalità.  

Questo pezzo, scritto da Marianna Savoca, è stato adattato dai contenuti del sito web del Career Center della Stony Brook University, originariamente sviluppato da Jonathan Lewis.

La Rete Università