La Rete Università

Perché il cibo può degustare in modo diverso attraverso la realtà virtuale

I nostri cinque sensi entrano in gioco quando assaggiamo il cibo.

Anche l'atmosfera è importante. La maggior parte di noi sarebbe d'accordo sul fatto che afferrare un hamburger veloce al ristorante locale non è proprio la stessa cosa che gustare le bistecche in un ristorante francese di lusso.

Che il nostro ambiente influenzi il nostro gusto alimentare è guidato da un team di ricercatori della Cornell University che recentemente usato la realtà virtuale per dimostrare che il nostro gusto del cibo - il cibo vero - può essere modificato dal nostro ambiente fisico.

"Quando mangiamo, percepiamo non solo il gusto e l'aroma dei cibi, otteniamo input sensoriali dai nostri dintorni - i nostri occhi, le orecchie, anche i nostri ricordi di dintorni", Robin Dando, un professore associato di scienze alimentari presso Cornell e autore senior dello studio, ha detto in una dichiarazione.

Nello studio, ai partecipanti 50 è stato richiesto di utilizzare gli auricolari di realtà virtuale mentre assaggiavano tre campioni di formaggio blu. All'insaputa dei partecipanti, tutti i campioni erano identici.

I partecipanti sono stati collocati in tre diversi mondi virtuali - una cabina sensoriale standard, una panchina del parco e il fienile delle mucche Cornell - per guardare video personalizzati a 360 gradi durante il test del gusto.

Dopo aver assaggiato i tre campioni, ai partecipanti è stato chiesto di valutare i campioni con pungenza e salsedine.

I ricercatori hanno scoperto che la pungenza dei tre campioni, benché identica, è stata valutata molto più elevata nella stalla virtuale delle mucche rispetto alla cabina virtuale sensoriale o alla panchina virtuale.

Quando si è trattato della salinità dei tre campioni, tuttavia, non hanno trovato alcuna differenza statistica tra i tre campioni.

Lo studio è pubblicato nel Journal of Food Science.

I ricercatori hanno utilizzato questo studio per dimostrare che la realtà virtuale può essere utilizzata come un modo conveniente e conveniente per test sensoriali alimentari.

"Questa ricerca convalida che la realtà virtuale può essere utilizzata, in quanto fornisce un ambiente coinvolgente per i test", ha spiegato Dando. "Visivamente, la realtà virtuale conferisce qualità dell'ambiente stesso al cibo che viene consumato, rendendo questo tipo di test economicamente efficiente."

La Rete Università