Kirsten Gillibrand 2020

Kirsten Gillibrand 2020 - sull'istruzione superiore e 6 altre questioni chiave

Pubblicato il:

aggiornato:

Kirsten Gillibrand (DN.Y.) è nato e cresciuto nello stato di New York. Come figlia di due avvocati, la legge e la politica sono praticamente nel suo sangue. Prima di sostituire il seggio del Senato americano di Hillary Clinton a New York in 2009, ha lavorato come avvocato e membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti. Opportunamente, era una leader nella lotta per garantire assistenza sanitaria permanente ai primi soccorritori 9 / 11 la cui salute è stata influenzata dalle pericolose tossine di Ground Zero. Come membro del Senato, ha lavorato con democratici e repubblicani per affrontare le violenze sessuali nel militare e campus universitari. Attualmente, si siede dall'estrema sinistra dello spettro politico, ma non è sempre stato così. Ha significativamente cambiato le sue opinioni su, principalmente, immigrazione e controllo delle armi. In 2010, è passata da avere una valutazione A dalla National Rifle Association (NRA) a a F.

Ora è candidata alla presidenza.

Ecco cosa rappresenta Kirsten Gillibrand:

1. Kirsten Gillibrand sull'istruzione superiore

  • College gratuito

Gillibrand si unisce a Sen. Cory Booker (DN.J.), Sen. Elizabeth Warren (D-Mass.), Sen. Kamala Harris (D-Calif.) E altri a sostegno del Debt Free College Act, che renderebbe gratuitamente l'intero costo del college, inclusi alloggi, libri e altre spese.

Ma prima che l'università venga liberata per le generazioni future, Gillibrand vuole aiutare coloro che sono in debito con gli studenti.  

Di recente lei tweeted: “Il nostro attuale sistema di prestiti studenteschi federali non ha senso: impedire ai laureati di acquistare case o avviare attività commerciali è un freno per l'intera economia. Dobbiamo consentire al debito esistente di essere rifinanziato a un tasso inferiore come qualsiasi altro, quindi rendere il college privo di debito una realtà per tutti ".

  • Community College

Gillibrand ritiene che il college comunitario dovrebbe essere gratuito. Ha firmato il suo sostegno al America's College Promise Act, che renderebbe liberi due anni di community college. La legge proponeva che il governo federale avrebbe investito $ 3 per ogni $ 1 che uno stato investe per le tasse universitarie comunitarie per gli studenti. Garantisce inoltre che i college della comunità offrano crediti accademici che possono essere facilmente trasferiti a un college o università universitaria quadriennale.

  • Debito prestito studente

L'eliminazione del debito studentesco è una delle priorità di Gillibrand. Ha introdotto il Legge federale sul prestito degli studenti, che consentirebbe agli studenti di rifinanziare i loro prestiti dal 6.8 percento - quello che stanno pagando ora - al 4 percento.

"Il debito studentesco è a livello di crisi in questo paese e tiene giù l'intera nostra economia", afferma tweeted. “Una delle prime cose che farei come presidente è [consentire] a tutti gli studenti di rifinanziare i loro prestiti al 4%. Il governo federale non dovrebbe fare soldi con le spalle dei nostri studenti, punto. "

  • Titolo IX

Gillibrand è stato apertamente accusato di violenza sessuale nei campus e licenzia il segretario alla Pubblica Istruzione degli Stati Uniti, Betsy Devos proposto modifiche al titolo IX ciò, tra le altre cose, "richiederebbe alle scuole di applicare le protezioni di base per il giusto processo agli studenti, inclusa una presunzione di innocenza durante tutto il processo di reclamo".

Lei di recente tweeted: “Quando qualcuno segnala aggressioni o molestie sessuali, come primo passo, dobbiamo ascoltarli e crederli in modo che tutte le accuse possano essere investigate in modo equo e corretto. Ma le bozze delle regole di @ BetsyDeVosED sul Titolo IX indeboliscono le protezioni per i sopravvissuti e scoraggiano le segnalazioni di abusi nelle scuole. "

2. Kirsten Gillibrand sulla giustizia sociale

  • Disparità di reddito

Gillibrand vede la necessità di ridurre il divario salariale e affrontare la disuguaglianza di reddito. Ma in una gara in cui alcuni dei suoi concorrenti hanno suggerito tasse significative su Wall Street e sui super-ricchi, Gillibrand ha principalmente ha espresso il suo sostegno di ferie retribuite, un salario minimo di $ 15 e uguale retribuzione per le donne.

“Dobbiamo fermare l'idea che vogliamo che qualcuno lavori 40 ore a settimana e viva ancora in condizioni di povertà. Questo non è il sogno americano, e non è quello che siamo come americani ", ha detto Gillibrand in un 2015 intervista con la CNN. "Se qualcuno lavora 40 ore a settimana e non riesce a raggiungere la classe media, perché non sta imparando un salario di sussistenza, è un grosso problema."

  • Diritti LGBT

Sebbene Gillibrand sia meglio conosciuta per essere una sostenitrice delle donne, ha anche una storia di supporto alla comunità LGBT. Come membro del Congresso, Gillibrand ha votato in favore della Legge sull'illegittimità dell'occupazione sessuale, la Legge per la repressione dei reati di omicidio delle forze dell'ordine locali e l' Non chiedere, non dire legge sull'abrogazione, tra le altre bollette.

E in un 2019 Tweet, Gillibrand ha espresso il suo sostegno al Legge sulla parità, affermando: “È difficile credere che nel 2019, in più della metà degli stati, gli americani LGBTQ non abbiano protezioni legali contro la discriminazione. È passato molto tempo da noi per superare il #EqualityAct. "

  • Giustizia Criminale

Gillibrand riconosce la necessità di riformare il sistema di giustizia penale. A dicembre 2018, ha votato a favore del First Step Act, che incoraggia le persone incarcerate a unirsi ai programmi di riabilitazione e impegnarsi in "attività produttive" incentivandole con l'opportunità di una data di rilascio precedente.

E dopo che Paul Manafort è stato condannato, ha sottolineato il razzismo e le ingiustizie nel sistema giudiziario statunitense, tweeting: "Fino a quando non affrontiamo le evidenti disparità razziali ed economiche nel nostro sistema di giustizia penale, persone come Manafort possono agire al di sopra della legge mentre le persone a basso reddito e le persone di colore si trovano in prigione per accuse molto meno gravi. Se questo sembra un oltraggio, è perché lo è. "

3. Kirsten Gillibrand sull'ambiente

  • Cambiamento climatico

Gillibrand è una strenua sostenitrice del cambiamento climatico e appoggia soluzioni di energia rinnovabile per mitigare il problema. In 2018, ha aiutato a sponsorizzare il Climate Risk Disclosure Act di 2018, che richiederebbe alle aziende pubbliche di rivelare le loro emissioni di gas serra, le disponibilità di combustibili fossili e altro ancora. Ha anche espresso il suo sostegno al Accordo di Parigi e l' New Deal verde.

A dicembre di 2018, lei tweeted: “Per affrontare gli impatti dei cambiamenti climatici, dobbiamo intraprendere azioni coraggiose. Dobbiamo frenare gli inquinatori aziendali e Big Oil. Dobbiamo investire in innovazioni tecnologiche e energie rinnovabili. Dobbiamo finalmente approvare le riforme che proteggeranno il nostro pianeta ".

  • Sostenibilità ed energia rinnovabile

Il supporto di Gillibrand al New Deal verde indica il suo desiderio di spostare gli Stati Uniti verso le energie rinnovabili al fine di mitigare i cambiamenti climatici.

"Il modo in cui vedo un'economia verde è questo: penso che abbiamo bisogno di un chiaro di luna", Gillibrand disse in un'intervista con il podcast Pod Save America. "Dobbiamo dire al popolo americano 'avremo un'economia verde nei prossimi anni di 10, non perché sia ​​facile, ma perché è difficile, perché è una misura della nostra innovazione ed efficacia". ”

4. Kirsten Gillibrand sull'immigrazione

Gillibrand ha cambiato le sue opinioni sull'immigrazione. In 2007, mentre Gillibrand era un membro della Camera dei rappresentanti, ha co-sponsorizzato il SAVE Act, che mirava ad aggiungere agenti di pattuglia di confine 8,000, costringere le compagnie a controllare lo stato legale dei loro lavoratori, rendere più semplice e veloce l'espulsione degli immigrati privi di documenti e impiegare altri agenti 1,150 per l'immigrazione e la dogana (ICE).

Ma da allora ha cambiato completamente le sue opinioni, dicendo al New York Times che "si tratta di imparare di più e di espandere la mia visione".

In 2010 è stata co-sponsor di Dream Act, che, in alcuni casi, concederebbe la cittadinanza statunitense ai minori immigrati illegali. E in 2018, Gillibrand è diventato il primo senatore americano per annunciare che era favorevole all'abolizione dell'ICE. Più di recente, lei votato per bloccare L'emergenza nazionale del presidente Trump che gli avrebbe permesso di costruire il suo muro di confine.

5. Kirsten Gillibrand su Marijuana

Come molti dei suoi concorrenti democratici, Gillibrand sostiene la legalizzazione federale della marijuana. Di recente, ha annunciato che era co-sponsor del Marijuana Justice Act, che legalizzerebbe la marijuana in tutti gli Stati Uniti, cancellerebbe le registrazioni di coloro che hanno scontato il tempo e reinvestire nelle comunità che sono state pesantemente influenzate da severe leggi sulla marijuana.

"Milioni di vite americane sono state devastate a causa delle nostre politiche sulla marijuana infrante, specialmente nelle comunità di colore e comunità a basso reddito", ha detto Gillibrand in dichiarazione. “Solo una condanna per possesso minore potrebbe togliere una vita di opportunità per lavoro, istruzione e alloggio, separare le famiglie e rendere le persone più vulnerabili al servizio in prigione o in carcere lungo la strada. La realtà che mio figlio 14 di anni verrebbe probabilmente trattato in modo molto diverso da uno dei suoi coetanei neri o latini se fosse stato catturato dalla marijuana è vergognoso. ”

6. Kirsten Gillibrand su Gun Control

Gillibrand crede nel secondo emendamento, ma chiede regolamenti e verifiche sul background. In particolare, Gillibrand si oppone al carry nascosto nazionale, supporta i controlli universali sulla vendita di ogni arma da fuoco e ha introdotto legislazione minimizzare il traffico di armi da fuoco.

Di recente, Gillibrand tweeted: “Decine di migliaia di americani vengono uccisi con le armi ogni anno. Molti sono bambini. Non ci sono scuse per il soffocamento della NRA sulle nostre leggi; anche i proprietari di armi vogliono controlli in background ".

7. Kirsten Gillibrand su Net Neutrality   

Come molti dei suoi concorrenti democratici, Gillibrand è un sostenitore della neutralità della rete, poiché crede che tutti dovrebbero avere accesso a una rete aperta e gratuita in cui possono esprimere le loro idee, opinioni e creazioni.

Dopo che la Federal Communications Commission (FCC) ha votato per abrogare le leggi sulla neutralità della rete di Obama, Gillibrand disse: “La FCC ha appena votato per dare alle più grandi società un controllo molto maggiore su ciò che la gente vede su Internet. Questa è stata una decisione vergognosa, e ora che è stata presa, i maggiori fornitori di servizi potrebbero essere in grado di decidere quali siti sono veloci e quali siti sono lenti con poca supervisione. "

Prova GRATUITA di 6 mesi

Quindi, goditi Amazon Prime a metà prezzo - 50% di sconto!

TUN AI – Il tuo assistente educativo

TUNAI

Sono qui per aiutarti con borse di studio, ricerca universitaria, lezioni online, aiuti finanziari, scelta delle specializzazioni, ammissione all'università e consigli di studio!

La Rete Università