Il valore crescente di una laurea in sostenibilità

Il valore crescente di una laurea in sostenibilità

Con poco più di un decennio rimasto per prevenire danni irreversibili causati dai cambiamenti climatici, il valore di un grado di sostenibilità non è mai stato più elevato. 

I consumatori, le organizzazioni e le imprese di tutti i tipi di settori si sono concentrati su come diventare più sostenibili. Molti hanno già presentato piani sostanziali con obiettivi ambiziosi. 

Tuttavia, affinché tutte queste entità possano raggiungere con successo tutti i loro obiettivi di sostenibilità, hanno bisogno della guida di esperti di sostenibilità qualificati. Quindi, negli ultimi anni, college e università negli Stati Uniti si sono concentrati enormemente sulla crescita dei loro dipartimenti di sostenibilità. E gli studenti sono naturalmente diventati sempre più interessati all'argomento. 

L'ascesa della sostenibilità maggiore

La sostenibilità, come maggiore universitario, è nata all'Arizona State University (ASU) di 2006. 

All'epoca, i leader dell'ASU riconoscevano correttamente che un mondo in rapida urbanizzazione avrebbe posto sfide ambientali, sociali ed economiche complesse. E hanno previsto la necessità di una nuova generazione di lavoratori dotati delle competenze e della mentalità per sviluppare soluzioni del mondo reale. 

"Viviamo in un mondo che non solo è sempre più piccolo - in termini di come siamo tutti interconnessi e connessi all'ambiente - ma è anche sempre più complesso", ha detto Andrew Maynard, professore alla School for the Future of Innovation in Society presso ASU. "Il che significa che è più difficile capire, se sei un'azienda, come le tue azioni porteranno a determinate conseguenze in tutto il mondo." 

I programmi di sostenibilità insegnano agli studenti a pensare al mondo come a un sistema complesso e li prepara a navigare nel futuro che sta arrivando, ha spiegato Maynard. 

Entro un decennio da quando ASU ha istituito il suo programma di sostenibilità, 475 altri college e università in tutto il paese hanno seguito l'esempio. 

E da allora, gli studenti sono diventati più interessati e investiti in studi di sostenibilità. 

Heidi Hutner, professore associato di sostenibilità, inglese e studi sulle donne e di genere presso la Stony Brook University, ha assistito in prima persona a questo crescente interesse degli studenti. 

"Durante il tempo in cui ho insegnato nel programma (di sostenibilità), è cresciuto in modo significativo", ha detto Hutner. “Ovviamente c'è un forte interesse nel nostro campus per l'argomento. E direi, in generale, nei 20 anni in cui ho insegnato questioni ambientali - anche prima che avessimo un programma di sostenibilità - il livello di interesse dei miei studenti è decisamente maggiore e la consapevolezza è decisamente maggiore ".

Prospettive di carriera in aumento per le major di sostenibilità 

Parte del motivo per cui college e università vedono sempre più studenti interessati agli studi sulla sostenibilità potrebbe essere che il maggiore offre enormi opportunità di carriera post-laurea. 

"I nostri studenti fanno decisamente molto bene nel mercato del lavoro", ha affermato Hutner. "Posso dirlo con certezza."

I titolari di titoli di sostenibilità hanno l'opportunità di lavorare presso alcune delle più grandi aziende del mondo come responsabili e direttori della sostenibilità incaricati di creare e implementare politiche di sostenibilità aziendale. Google e Amazon, ad esempio, hanno recentemente stabilito ambiziosi piani di sostenibilità. Presumibilmente continueranno a necessitare di esperti di sostenibilità per garantire una transizione graduale delle loro operazioni verso la sostenibilità. E così anche altre entità.

Ma quelle non sono le uniche carriere disponibili per i laureati in sostenibilità. La loro formazione interdisciplinare li qualifica per molte altre posizioni.

“Vedo (laureati in sostenibilità) uscire e fare varie cose, dal giornalismo al lavoro in posizioni governative al lavoro nella pianificazione e nella politica, come avvocati. Lo chiami, stanno facendo tutto ", ha detto Hutner. "Fanno la conservazione, l'insegnamento, la scienza - un'ampia varietà di cose." 

Obbligo morale di studiare la sostenibilità 

Con meno di 11 anni prima che il cambiamento climatico potesse causare danni irreversibili al pianeta e ai suoi ecosistemi, esiste anche l'obbligo morale per gli studenti di proseguire gli studi di sostenibilità. 

Per migliaia di anni, le civiltà hanno continuato a sopravvivere solo perché vivevano e passavano senza sacrificare la terra, il suolo e l'acqua che le sostenevano. Ma oggi, con molti individui e aziende del mondo dipendenti dai combustibili fossili, le generazioni future sono in pericolo di vivere su una terra impoverita. 

"È facile credere che qualcun altro salverà il nostro pianeta" Ernest Nkansah-Dwamena, professore assistente ospite presso il SUNY College of Environmental Science and Forestry, incaricato di gestire il programma di gestione della sostenibilità online della scuola, ha affermato in una dichiarazione. “In realtà, sei tu a salvarlo per le generazioni future. Dal cambiamento climatico all'urbanistica sostenibile, dalle energie rinnovabili alla pianificazione dell'azione, pensare in modo diverso sarà ciò che salverà il nostro mondo. Sfruttare le conoscenze acquisite oggi farà la differenza nella società di domani ".

Il settore della sostenibilità continuerà a crescere?

Per il bene della terra, non c'è dubbio che il campo della sostenibilità debba continuare a crescere. Ma Maynard non pensa che sia scontato. 

"Questo potenziale dipende da come insegniamo la sostenibilità e da come lo inquadriamo in base alle esigenze delle organizzazioni", ha affermato Maynard. 

Hutner, tuttavia, adotta un approccio più ottimista. Ritiene che, poiché esiste già un tale bisogno di competenza in materia di sostenibilità in tutti i settori, la sua crescita è più o meno inevitabile. 

"Non c'è area a cui posso pensare che non abbia bisogno dell'infusione di questo pensiero", ha detto Hutner. “Ed è anche un processo mentale. È un modo di guardare il mondo. Come potremmo farlo in modo da fare meno danni? Come possiamo farlo in modo più efficiente? "

La Rete Università