La Rete Università

Il nuovo filtro dell'aria può uccidere il virus COVID-19 negli spazi interni

I ricercatori dell'Università di Houston e di Medistar, una società di sviluppo immobiliare medica con sede a Houston, hanno creato un filtro dell'aria in grado di catturare e uccidere all'istante il virus responsabile di COVID-19. 

Filtro dell'aria "Catch and kill" in grado di intrappolare il virus responsabile di COVID-19, uccidendolo all'istante - University of Houston

"Questo filtro potrebbe essere utile negli aeroporti e negli aeroplani, negli edifici per uffici, nelle scuole e nelle navi da crociera per fermare la diffusione di COVID-19", Zhifeng Ren, un coautore del carta descrivendo lo studio e MD Anderson Chair Professor of Physics presso UH, ha affermato in a comunicato stampa. "La sua capacità di aiutare a controllare la diffusione del virus potrebbe essere molto utile per la società". 

Nei test, i ricercatori hanno scoperto che il 99.8 percento del nuovo SARS-CoV-2, il virus che causa la malattia COVID-19, è stato ucciso in un singolo passaggio attraverso il filtro dell'aria, che è fatto di schiuma di nichel disponibile in commercio riscaldata a 200 gradi Celsius, o circa 392 gradi Fahrenheit. 

Il filtro dell'aria ha anche ucciso il 99.9 percento del bacillus anthracis, una spora dispersa nell'aria che causa la malattia infettiva nota come Antrace. 

"Questo studio apre la strada alla prevenzione della trasmissione di SARS-CoV-2 e altri agenti aerei altamente infettivi in ​​ambienti chiusi", hanno scritto gli autori nel loro articolo. 

I ricercatori sapevano che le particelle di SARS-CoV-2 possono rimanere nell'aria per circa tre ore. Sapevano anche che il virus non può sopravvivere a temperature superiori a 70 gradi Celsius, o circa 158 gradi Fahrenheit. Quindi, hanno deciso di creare un filtro riscaldato. Poiché hanno reso la temperatura del filtro molto più alta - 200 gradi Celsius - sono stati in grado di uccidere il virus quasi istantaneamente. 

La schiuma di nichel utilizzata nel filtro è porosa, il che consente all'aria di fluire facilmente attraverso di essa, ed è elettricamente conduttiva, il che significa che può essere riscaldata. Per raggiungere le alte temperature in grado di uccidere istantaneamente le particelle virali, i ricercatori hanno piegato la schiuma e collegato più scomparti con fili elettrici per aumentare il livello di resistenza, aumentando così il calore prodotto. 

Poiché il filtro è riscaldato internamente, poco calore fuoriesce nella stanza in cui si trova. Ciò significa che i sistemi di condizionamento non dovranno lavorare in modo straordinario per mantenere le stanze fresche. 

Dopo che un prototipo è stato testato nel laboratorio di Ren, il dispositivo è stato inviato a Laboratorio Nazionale di Galveston per testare la sua capacità di uccidere il virus. Secondo Ren, il dispositivo soddisfa i requisiti dei sistemi convenzionali di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria (HVAC).

"Questa nuova tecnologia di protezione dell'aria interna biodefense offre la prevenzione in prima linea contro la trasmissione mediata dall'ambiente di SARS-CoV-2 per via aerea e sarà in prima linea nelle tecnologie disponibili per combattere l'attuale pandemia e qualsiasi futura minaccia biologica in ambienti interni , " Faisal Cheema, un co-primo autore dell'articolo e direttore della ricerca presso il UH College of Medicine, ha dichiarato nel comunicato. 

Con le imprese e le istituzioni che riaprono le loro porte, i ricercatori hanno chiesto un lancio graduale del dispositivo. Inizieranno con sedi ad alta priorità, dove i lavoratori essenziali sono ad alto rischio di esposizione. Questi includono ospedali e strutture sanitarie, scuole e ambienti di trasporto pubblico come aerei. 

I ricercatori sono fiduciosi che questo filtro dell'aria migliorerà la sicurezza dei lavoratori in prima linea e di quelli che lavorano nelle industrie essenziali e che consentirà ai lavoratori non essenziali di tornare al lavoro negli spazi pubblici. 

Nei campus universitari, questi sistemi potrebbero infine essere utilizzati in aule, dormitori, sale da pranzo e spazi di studio, rendendo molto più sicuro il ritorno di studenti, docenti e personale. 

I dirigenti di Medistar hanno anche proposto un modello da tavolo per il dispositivo, che sarebbe in grado di purificare l'aria di particelle virali nelle immediate vicinanze degli impiegati, secondo Ren. Questo modello da tavolo non è stato ancora costruito, però. 

La Rete Università