Come il cibo cinese può aiutare gli amici, gli sconosciuti cooperano

Il cibo cinese è uno dei cibi preferiti in America. Ma lo sapevate che avere cibo cinese anche con estranei può aumentare la cooperazione e aiutare con i negoziati?

Questo è perché condividere un piatto di cibo, come è consuetudine in cinese, indiana e altre culture, porta a una migliore collaborazione e quindi risoluzioni più veloci, trova un nuovo studio.

"Vado spesso in Asia per insegnare al campus di Chicago Booth a Hong Kong e andare in un ristorante si sente sempre un po 'come un ballo; hai bisogno di coordinare le tue mosse con gli altri ", ha detto Ayelet Fishbach, Jeffrey Breakenridge Keller Professore di scienze comportamentali e marketing presso l'Università di Chicago Booth School of Business e coautore dello studio.

Fishbach e co-autore Kaitlin Woolley, un assistente professore alla Cornell University che era un dottorando al momento della ricerca, sono stati ispirati a guardare alla condivisione del cibo come mezzo per rafforzare la cooperazione con la loro precedente ricerca.

"La nostra ricerca precedente ha scoperto che mangiare cibi simili avvicina le persone", ha detto Fishbach. "Siamo curiosi di sapere se condividere un piatto può aumentare la cooperazione e la risoluzione dei conflitti oltre a mangiare cibi simili".

"Nello specifico, abbiamo pensato che condividere i piatti con un'altra persona richieda che tu ti occupi dei bisogni dell'altra persona (rispetto al mangiare in piatti separati quando puoi concentrarti sul tuo cibo senza necessariamente pensare all'altro commensale)", ha continuato. "E se ti occupi dei bisogni di qualcuno quando mangi, è mia guida che ti occupi anche dei bisogni di quella persona in seguito durante la negoziazione."

Lo studio

Lo studio coinvolti partecipanti 1,476, che comprendeva studenti universitari e laureati, in vari scenari.

In uno studio, i partecipanti erano tutti estranei l'uno con l'altro e dovevano accoppiarsi in un esperimento di laboratorio che riguardava la negoziazione di salari sindacali.

Ai partecipanti è stata data una merenda con patatine e salsa. La metà dei gruppi accoppiati condivideva una ciotola di patatine e salsa, mentre l'altra metà aveva le proprie ciotole e non doveva condividere.

Per la negoziazione salariale, ogni coppia aveva un partecipante scelto a caso per agire nel ruolo di dirigente o di rappresentante sindacale. Hanno dovuto ottenere un salario accettabile per il sindacato nell'ambito dei round di negoziazione 22, che rappresentano i giorni di negoziazione 22, mentre sono minacciati da uno sciopero sindacale del terzo turno. Poiché agli scioperi veniva assegnato un costo pesante, ogni parte aveva un incentivo a raggiungere una risoluzione rapidamente.

I ricercatori hanno scoperto che i team che hanno condiviso le loro ciotole per la merenda impiegavano meno tempo - in media nove giorni di sciopero - per raggiungere un accordo. Le coppie che avevano le loro ciotole impiegarono quattro giorni in più per ottenere un risultato.

In un altro studio che coinvolge sia amici che estranei, il primo ha raggiunto una soluzione più veloce di quest'ultimo, ma condividere un piatto ha avuto un effetto significativo per entrambi i gruppi.

Il fattore determinante negli esperimenti è stato il modo in cui i partecipanti hanno coordinato il loro mangiare con i loro partner, secondo i ricercatori.

"Quando le persone condividono piatti, a turno mangiano", ha detto Woolley. "Ogni commensale deve prestare attenzione e coordinare i loro movimenti con l'altra tavola mentre navigano nello spazio del cibo."

"Ma quando i commensali mangiano fuori dai loro piatti individuali, non sono tenuti a coordinare il loro pasto con l'altra persona", ha continuato. “Abbiamo scoperto che il modo in cui i partecipanti si sentivano coordinati mentre mangiavano insieme influenzava il modo in cui si sentivano coordinati in seguito in una negoziazione. Prestare attenzione ai bisogni di una persona quando si mangia corrispondeva al fatto che i partner si prendessero cura dei bisogni reciproci nella negoziazione e di conseguenza ha portato le persone a giungere a risoluzioni più rapide ".

Quindi, in un mondo di tecnologia migliorata dove le riunioni o le trattative d'affari possono essere facilmente condotte da remoto, è comunque importante riunirsi e condividere un pasto.

"Fondamentalmente, ogni pasto che mangi da solo è un'opportunità persa per entrare in contatto con qualcuno", ha spiegato Fishbach in una dichiarazione. "E ogni pasto che prevede la condivisione del cibo sfrutta appieno l'opportunità di creare quel legame sociale".

La Rete Università