Mente

  • Come gestire lo stress e l'ansia durante la settimana delle finali

    Come gestire lo stress e l'ansia durante la settimana delle finali

    Ci siamo passati tutti. Manca solo una settimana alla pausa, ma cinque giorni sono pieni di esami, documenti finali e progetti. Stress, ansia e depressione sono molto diffusi nelle università e per molti studenti la settimana delle finali può essere il periodo più difficile dell'anno. I professori riempiono un semestre di [...]

    Continua a leggere...

  • Gli studenti che dormono 8 ore ottengono punteggi più alti negli esami finali

    Gli studenti che dormono 8 ore ottengono punteggi più alti negli esami finali

    Durante la settimana degli esami, fare una nottata tutta la notte è una tecnica di studio fondamentale per gli studenti universitari. I professori stipano un semestre di materiale in un test finale e gli studenti pensano che il modo migliore per prepararsi sia stare svegli tutta la notte a studiare e fare il pieno di caffeina. Ma una nuova ricerca mostra che potrebbe essere il momento di cambiare […]

    Continua a leggere...

  • Lo studio dimostra che ti senti arrabbiato dopo una notte di sonno agitato

    Lo studio dimostra che ti senti arrabbiato dopo una notte di sonno agitato

    Saltare fuori anche solo un paio d'ore di sonno può intensificare la rabbia, hanno scoperto i ricercatori della Iowa State University. Che si tratti del lavoro, della scuola, dello stress o dell'affascinante episodio successivo del tuo programma preferito, siamo saltati fuori per un'intera notte di riposo e ci siamo svegliati la mattina dopo dalla parte sbagliata del [...]

    Continua a leggere...

  • La cultura giovanile potrebbe cambiare lo stigma della malattia mentale

    La cultura giovanile potrebbe cambiare lo stigma della malattia mentale

    La depressione nei giovani, sia adolescenti che studenti universitari, è in aumento. Sfortunatamente, molti di loro rimangono non diagnosticati e non trattati. Ciò è in gran parte dovuto allo stigma associato alla malattia mentale. Riconoscendo la necessità di affrontare questo problema, il Dipartimento della salute mentale della contea di Los Angeles ha lanciato una campagna per promuovere il coinvolgimento della comunità con la mente [...]

    Continua a leggere...

  • I social media stanno contribuendo alla tua depressione, solitudine

    I social media stanno contribuendo alla tua depressione, solitudine

    Troppo tempo su Instagram, Snapchat e Facebook potrebbe aumentare la depressione e la solitudine, secondo i ricercatori dell'Università della Pennsylvania. Quando i social media sono nati per la prima volta, molte persone lo hanno inteso come una piattaforma per riconnettersi con familiari e amici lontani. Ma da allora i social media si sono evoluti. Celebrità, influencer sociali e persino amici pubblicano foto di costosi [...]

    Continua a leggere...

  • Come la cannabis potrebbe essere un'alternativa sicura agli antidolorifici oppioidi

    Come la cannabis potrebbe essere un'alternativa sicura agli antidolorifici oppioidi

    I ricercatori della McGill University, in Canada, e il Research Institute del McGill University Health Center hanno ora individuato il dosaggio efficace del cannabidiolo estratto dalla pianta di marijuana (CBD) per alleviare in sicurezza il dolore e l'ansia. Il CBD potrebbe rappresentare un'alternativa affidabile agli oppioidi comunemente usati per il dolore cronico da sciatica, diabete, cancro, traumi e altro ancora. [...]

    Continua a leggere...

  • Le aspettative personali distorcono il modo in cui vediamo la realtà

    Le aspettative personali distorcono il modo in cui vediamo la realtà

    Secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori dell'Università di Plymouth, non vediamo il mondo come è realmente, ma come ci aspettiamo che sia. In una serie di esperimenti, il team di ricerca di Plymouth ha scoperto che gli esseri umani percepiscono le azioni degli altri attraverso un pregiudizio predittivo. In altre parole, quando guardiamo qualcuno [...]

    Continua a leggere...

  • Perché Internet ad alta velocità ti priva del sonno

    Perché Internet ad alta velocità ti priva del sonno

    Avere accesso a Internet a banda larga da casa provoca la privazione del sonno, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università Bocconi e dell'Università di Pittsburgh. Lo studio, recentemente pubblicato sul Journal of Economic Behaviour and Organization, suggerisce che l'accesso a Internet ad alta velocità influisce negativamente sia sulla qualità che sulla quantità del sonno, in particolare nei più giovani [...]

    Continua a leggere...

  • Perché facciamo azioni involontarie, come mettere le chiavi nel frigorifero

    Perché facciamo azioni involontarie, come mettere le chiavi nel frigorifero

    In che misura le persone controllano le proprie azioni? La maggior parte delle persone sosterrebbe che il proprio comportamento motorio è completamente sotto il proprio controllo, ma un nuovo studio condotto dai ricercatori dell'Università di Plymouth suggerisce il contrario. Tutti hanno degli errori nel loro comportamento quotidiano. Considera, ad esempio, di mettere via le chiavi in ​​frigorifero e lasciare [...]

    Continua a leggere...

  • I farmaci per l'ADHD non migliorano la memoria e la cognizione negli studenti sani

    I farmaci per l'ADHD non migliorano la memoria e la cognizione negli studenti sani

    I farmaci per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) sono spesso usati dagli studenti universitari come mezzo per aumentare il rendimento scolastico, ma una nuova ricerca suggerisce che il farmaco potrebbe non migliorare la cognizione e può compromettere il funzionamento della memoria per gli studenti senza ADHD. Lo studio arriva in un momento in cui un numero crescente di studenti cognitivamente sani è [...]

    Continua a leggere...

  • Aspettarsi lo stress può abbassare la funzione quotidiana del cervello

    Aspettarsi lo stress può abbassare la funzione quotidiana del cervello

    Sebbene tutti sappiano che lo stress è un male, i ricercatori hanno ora scoperto che il semplice aspettarsi di essere stressante può abbassare le capacità cognitive durante il giorno. Il loro articolo è pubblicato in Journals of Gerontology: Psychological Sciences. Stress e memoria di lavoro Molti studi hanno già dimostrato come gli eventi stressanti possano influenzare non solo le nostre emozioni e la nostra fisiologia, ma [...]

    Continua a leggere...

  • Perché la guida ci rende così sonnolenti

    Perché la guida ci rende così sonnolenti

    I ricercatori della RMIT University di Melbourne, in Australia, hanno una spiegazione del motivo per cui i conducenti diventano così assonnati. Recentemente hanno scoperto che l'affaticamento del guidatore è spesso accresciuto dalle vibrazioni naturali causate dai motori dell'auto. Queste vibrazioni possono causare alle persone sintomi di sonnolenza, che influiscono sulla concentrazione e sulla vigilanza, entro 15 minuti dall'impatto […]

    Continua a leggere...

  • Il movimento consapevole può ridurre l'ansia, la depressione, lo stress

    Il movimento consapevole può ridurre l'ansia, la depressione, lo stress

    La salute mentale, in particolare ansia, depressione e stress, è un problema urgente nei campus universitari. Ogni anno, più di 150,000 studenti provenienti da oltre 400 college e università negli Stati Uniti e a livello internazionale cercano cure per la salute mentale, secondo il Center for Collegiate Mental Health della Penn State University. Ma ora i ricercatori dell'università […]

    Continua a leggere...

  • L'impatto della religione come dormiamo?

    L'impatto della religione come dormiamo?

    Una buona notte di sonno è fondamentale per la salute. I disturbi del sonno possono comportare disturbi cardiaci, problemi di salute mentale, aumento della pigrizia, problemi con la famiglia e gli amici e un calo del rendimento scolastico. Ora, i ricercatori hanno stabilito che le persone con un maggiore coinvolgimento religioso hanno abitudini di sonno più sane. "Gli individui che sono più religiosi tendono a godersi meglio [...]

    Continua a leggere...

  • Come il nostro cervello ci coglie nell'udire parole ripetute come una canzone

    Come il nostro cervello ci coglie nell'udire parole ripetute come una canzone

    La primavera del 2018 sarà ricordata per sempre per la battaglia "Laurel" o "Yanny". Il clip audio di quattro secondi aveva famiglie e amici increduli, incapaci di comprendere come qualcuno potesse sentire qualcosa di diverso da quello che sentivano. Il grande dibattito, per quanto ripetitivo, ha fatto luce sulla natura fuorviante della percezione audio. Ora nuovo [...]

    Continua a leggere...

La Rete Università