"Water Battery" della Australian University vince il Global Climate Award

Un nuovissimo sistema di aria condizionata a energia solare presso l'Università della Sunshine Coast, in Australia, è stato nominato uno dei cinque vincitori al 6th Global District Energy Climate Awards 2019, una serie di premi che cercano di riconoscere sistemi energetici distrettuali innovativi e sostenibili. La cerimonia si è svolta a Reykjavik, in Islanda, giovedì X ottobre 24.

USC e Veolia, la compagnia energetica che ha contribuito a progettare e implementare il sistema, hanno rivendicato la categoria "Out of the Box" per il loro sviluppo della "batteria ad acqua", un nuovo sistema di accumulo di energia termica che utilizza l'energia solare per soddisfare l'aria dell'università intera domanda di condizionamento.

Il sistema unico USC, che ha iniziato l'attività ad agosto, utilizza i pannelli solari 6,000 per raffreddare un serbatoio riempito con megalitri d'acqua 4.5. L'acqua viene quindi utilizzata nei condizionatori d'aria nel campus universitario. L'aria condizionata è l'attrazione energetica più significativa nel campus della USC, rappresentando il 40 percento del consumo giornaliero di energia del campus.

Passando al nuovo sistema, l'università ora fornisce energia rinnovabile all'intero sistema di climatizzazione, fornendo aria fresca agli edifici 15 del campus. Si prevede che la batteria ad acqua risparmierà all'università $ 67 milioni sui costi dell'elettricità e ridurrà le sue emissioni di anidride carbonica di tonnellate metriche 92,000 durante la durata di vita di 25 del sistema.

"USC ha un piano per essere completamente carbon neutral da parte di 2025, che rappresenta una sfida per qualsiasi budget perché richiede cambiamenti significativi nel modo in cui l'energia viene catturata e consumata", ha affermato il dott. Scott Snyder, direttore operativo presso USC, in una dichiarazione. "Quindi, dovevamo davvero pensare fuori dagli schemi e, formando una partnership con Veolia, siamo stati in grado di negoziare un piano 10 che si adattava a entrambi e che ha offerto importanti risparmi energetici all'Università."

L'organizzazione dei premi ha citato la collaborazione tra USC e Veolia come motore del progetto premiato. 

“Alla fine è stata la forza della partnership tra USC e Veolia a sostenere l'intero progetto. È stata la combinazione del sofisticato design ingegneristico, della stretta collaborazione e dell'innovativo accordo di proprietà che hanno fornito una soluzione leader del settore "pronta all'uso" per ridurre l'impronta di carbonio dell'Università ", scrive l'organizzazione in un comunicato stampa annunciando il premio. 

Altri quattro sistemi energetici distrettuali hanno portato a casa dei premi.

Il Barredo Colliery di Mieres, in Spagna, ha vinto la categoria "Mercato emergente", che riconosce l'implementazione di un sistema energetico distrettuale in un paese che non ha ancora un mercato energetico distrettuale stabilito. Questo sistema utilizza acqua nelle miniere di carbone inattive per sfruttare l'energia termica. La nuova rete ha una potenza di 2.2 megawatt ed è completamente priva di gas serra. 

Il progetto ReUseHeat a Braunschweig, in Germania, ha vinto la categoria "Nuovo schema", che riconosce la visione di un nuovo sistema energetico distrettuale ad alta efficienza energetica. Iniziato dalla controllata Veolia BS Energy, questo sistema ricicla il calore disperso da un nuovo data center. Il calore del data center verrà immesso in una rete di teleriscaldamento, che verrà utilizzata per il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria in uno sviluppo abitativo vicino.

Il sistema di teleriscaldamento di Kaunas a Kaunas, in Lituania, ha vinto la categoria "Modernizzazione", che riconosce lo sforzo di modernizzazione dell'energia distrettuale che ha avuto il maggiore impatto sull'efficacia e l'efficienza del sistema. Negli ultimi cinque anni, AB Kauno Energija, fornitore comunale di sistemi di teleriscaldamento per la città di Kaunas, ha revisionato gli impianti di produzione di calore della città e le tubazioni di rete, integrando le caldaie per il riscaldamento dell'acqua di combustione di biocarburanti 9 con una capacità totale di megawatt 85.3 e avviando il bagagliaio 16 progetti di costruzione e ricostruzione di condutture. Come risultato di questi sforzi, l'uso di gas naturale nel sistema di teleriscaldamento di Kaunas è diminuito dal 95 percento al 10 percento mentre l'uso di energie rinnovabili è aumentato dal 3 percento al 90 percento. Gli impianti di produzione di calore di AB Kauno Energija hanno anche ridotto le emissioni di anidride carbonica del 27.7 percento.

Il raffreddamento del distretto di Öresundskraft a Helsingborg, in Svezia, ha vinto la categoria "Espansione", che riconosce il sistema energetico distrettuale che ha eseguito al meglio l'espansione in un nuovo settore o area. Öresundskraft, che fornisce raffreddamento di quartiere ai clienti nel centro di Helsingborg, ha riprogettato il loro sistema per consentire l'espansione a 30 megawatt di capacità di raffreddamento migliorando l'efficienza energetica e le prestazioni ambientali. Mentre i dispositivi di raffreddamento tradizionali utilizzano idrofluorocarburi (HFC), un gas a effetto serra, per fornire raffreddamento di quartiere ai clienti, il sistema rinnovato utilizza acqua di mare e tecnologia di raffreddamento ad assorbimento. In effetti, le emissioni di CO2 dal raffreddamento distrettuale di Helsingborg sono state ridotte di tonnellate metriche 1,173, o 92 percento.

La Rete Università