La Rete Università

Il programma UW ha migliorato significativamente la salute mentale degli studenti

Con la crisi della salute mentale tra gli studenti universitari e i giovani adulti che ha subito picchi e i centri di consulenza universitari travolti, gli psicologi dell'Università di Washington hanno sviluppato un programma che ha notevolmente aiutato a ridurre i livelli di stress degli studenti e migliorato il loro benessere emotivo. 

Il programma, chiamato Be REAL, è un programma di sei settimane di gruppo che si concentra principalmente sulla prevenzione. Una volta alla settimana, gli studenti si incontrano con un facilitatore qualificato per 90 minuti. Si incontrano in ambienti casual del campus in cui tutti sono a proprio agio, come residenze e aule, e esaminano la consapevolezza e le tecniche di coping per aiutarli a gestire meglio le loro emozioni, affrontare situazioni difficili e rafforzare la loro consapevolezza di sé. 

Ansia, stress e depressione hanno sempre afflitto studenti universitari, ma le cose sono peggiorate molto durante la pandemia COVID-19. A questo punto, 70 per cento degli studenti universitari riferisce grave angoscia, e grosso modo 25 per cento dei giovani adulti di età compresa tra 18 e 24 anni ha considerato il suicidio nell'ultimo anno.  

"C'è questa sensazione generale che i servizi di salute mentale non saranno in grado di tenere il passo con la domanda degli studenti", ha detto Robyn Long, un architetto di Be REAL e direttore dei programmi comunitari e di formazione per il Centro per il benessere infantile e familiare di UW. "Sebbene Be REAL non sia mai inteso a sostituire i servizi di salute mentale, volevamo un programma di prevenzione che potesse supportare la gestione dello stress e il coping e fornire agli studenti questi strumenti all'inizio della loro carriera accademica".

Due studi sul programma Be REAL dimostrano la sua promessa come modello per sostenere la salute mentale degli studenti. Il primo studio, pubblicato in Ansia, stress e capacità di adattamento, copre il primo anno del programma, quando è stato offerto durante l'anno accademico 2017-2018 principalmente a studenti matricole che vivono in residenze universitarie. Il secondo studio, che è stato recentemente pubblicato in Frontiere in psichiatria, copre il programma durante l'anno accademico 2019-2020, quando era fornito da personale universitario formato in contesti universitari più ampi, comprese classi e organizzazioni studentesche. In entrambi i casi, gli studenti hanno riferito di aver sentito miglioramenti nella loro salute mentale e nel loro benessere che sono durati oltre il completamento del programma. 

Secondo Long, le sessioni di 90 minuti iniziano con una pratica di consapevolezza, come una pratica di respirazione, per poi evolversi in una discussione aperta su quali abilità gli studenti hanno lavorato o utilizzato nell'ultima settimana. Da lì, il facilitatore guida una discussione su un argomento come la tolleranza allo stress, la regolazione delle emozioni o l'accettazione radicale. Quindi potrebbero esserci discussioni in piccoli gruppi o brevi esercizi scritti. Ogni sessione si conclude con un'altra pratica di consapevolezza relativa agli argomenti trattati in classe. Dopo ogni lezione, gli studenti ricevono una newsletter che riassume gli argomenti trattati e contiene collegamenti a pratiche audio e altre risorse. 

Durante l'anno inaugurale del programma, 208 studenti si sono iscritti nell'arco di tre trimestri accademici. Quasi l'80% degli studenti si è presentato per partecipare alla maggior parte delle sessioni ei risultati del sondaggio hanno suggerito miglioramenti nella consapevolezza e nell'auto-compassione, maggiore resilienza e minore stress. I risultati hanno resistito quando i partecipanti sono stati nuovamente intervistati tre mesi dopo aver completato il programma. 

“Non è stata una sorpresa. È stato davvero emozionante vedere che hanno continuato a utilizzare questi strumenti e hanno continuato a costruire su di essi ", ha detto Long. 

Nel 2019, Long e i college di tutta la UW hanno deciso di espandere il programma in altre impostazioni del campus e formare il personale universitario, come quelli che lavorano nei dipartimenti ricreativi o quelli coinvolti nelle organizzazioni studentesche, per amministrare il programma. L'idea era di raggiungere più studenti implementando il programma in contesti a cui erano già abituati. In totale, 271 studenti si sono iscritti alla seconda versione del programma, molti dei quali sono studenti di colore. E ancora una volta, gli studenti hanno riportato aumenti significativi del loro benessere mentale. 

Attualmente, i ricercatori stanno offrendo Be REAL a 100 membri del personale universitario in tutti e tre i campus UW. L'idea è che seguano il corso di sei settimane per il proprio benessere personale e si trovino in una posizione migliore per facilitare il programma per gli studenti a cui fanno da mentore o insegnano. 

"Non viene prestata sufficiente attenzione allo stress che deve affrontare anche il personale delle università", ha affermato Long. 

Attualmente, il programma Be REAL viene amministrato solo presso UW, ma l'obiettivo finale è quello di espandere il programma il più possibile. 

Tuttavia, Be REAL offre registrazioni audio di pratiche di consapevolezza guidata che sono facilmente accessibili a tutti. Possono essere accesso qui. E secondo il Center for Child and Family Well-Being di UW, coloro che sono interessati a portare Be REAL ai propri studenti dovrebbero contattare Robyn Long. Le sue informazioni di contatto sono disponibili qui.

La Rete Università